Italia The Brera Academy of Fine Arts, Milano

Il nome di Brera deriva dal termine di origine germanica “braida”, e indica uno spiazzo erboso del tutto simile al luogo in cui nel 1572 venne costruito il palazzo che ancora oggi è sede dell’Accademia. Sorto su un terreno del convento dell’ordine degli Umiliati, il palazzo passò ai Gesuiti (1572) che nel secolo successivo ne affidarono la radicale ristrutturazione a Francesco Maria Richini (dal 1627-28). Soppressa nel 1772 la Compagnia di Gesù, il palazzo ricevette un nuovo assetto istituzionale in cui, accanto all’Osservatorio Astronomico e alla Biblioteca, vennero aggiunti nel 1774 l’Orto Botanico e nel 1776 l’Accademia di Belle Arti. È proprio il 1776 l’anno di fondazione dell’“Accademia di Belle Arti di Brera”, fortemente voluta dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria. Nei primi anni dell’Ottocento le materie di insegnamento si ampliano – comprendendo Architettura, Pittura, Scultura, Ornato, Incisione, Prospettiva, Anatomia Artistica ed Elementi di Figura – e all’attività didattica comincia ad affiancarsi quella espositiva, con una serie di mostre che offrono sia una selezione dei lavori degli studenti, sia una rassegna di artisti italiani ed europei, e che in pochi anni diventano le più importanti manifestazioni d’arte in Italia. Nei decenni seguenti l’Accademia subisce cambiamenti anche dal punto di vista architettonico, e per consentire la sua espansione viene sacrificata la facciata trecentesca della Chiesa di Santa Maria di Brera. A partire dagli Anni Venti del Novecento l’Accademia conosce una nuova stagione, a partire dalla didattica: la scuola di Scultura viene affidata ad Adolfo Wildt, il quale avrà tra i suoi allievi due importanti innovatori come Lucio Fontana e Fausto Melotti, mentre la scuola di Architettura viene affidata al Politecnico di Milano. Oggi l’Accademia vanta una vasta offerta formativa, e i quattro indirizzi tradizionali (Pittura, Scenografia, Scultura e Decorazione) offrono 11 corsi triennali di 1°livello, 19 corsi biennali di 2°livello, 1 corso di perfezionamento e 3 master. Tra gli artisti, studiosi e personalità che hanno contribuito a rendere Brera un’istituzione di prestigio internazionale ricordiamo tra gli altri Giovanni Segantini, Medardo Rosso, Carlo Carrà, Arnaldo Pomodoro, Dario Fo, Vanessa Beecroft.

Artisti: